Max Gazzè: tre concerti in luglio per rilanciare la filiera della musica dal vivo

Max Gazzè, mentre ancora tutta Italia era ferma e si prospettava lo spettro spaventoso e desolante di un’intera stagione senza musica dal vivo, stava già pensando a come ripartire, come rimettersi in gioco muovendosi nel modo migliore tra le nuove regole per i concerti e gli eventi pubblici e le esigenze di tutto il settore della musica e dello spettacolo, devastato dall’emergenza Coronavirus (COVID-19), che aveva costretto al blocco totale di tutti gli show dal vivo lasciando a casa a tempo indefinito tantissimi professionisti senza lavoro, senza aiuti e senza prospettive di una ripartenza in tempi brevi.

L’artista ha deciso pertanto di aderire all’iniziativa #Scendoinpalco, che ha come obiettivo quello di far ripartire i tour di concerti già nell’estate 2020 – naturalmente nel pieno rispetto di tutte le misure di sicurezza imposte dall’ultimo decreto governativo – ed è di pochi giorni fa la notizia, straordinaria, che il cantante terrà tre concerti già in luglio, tre serate alla Cavea dell’Auditorium Parco della Musica di Roma il 2, il 3 e il 4 luglio 2020.

Classe ’67, cantautore e bassista, Max è un artista poliedrico, innovativo e geniale, che ha dimostrato negli anni una incredibile versatilità, miscelando in maniera sapiente tra loro pop, elettronica, rock e folk “conditi” con una gamma sempre più ampia di effetti e loop vari, fino a giungere alla composizione di un progetto di architettura sinfonica, quella che lui stesso ha definito un’opera “sintonica”, in cui la sinfonia dell’orchestra va ad intrecciarsi all’uso di sintetizzatori creando qualcosa di incredibile. Un artista in continua trasformazione, curioso, mai banale e disposto a rischiare e sperimentare sempre nuove vie.

Già a fine maggio questo eclettico e instancabile artista aveva annunciato sui social la sua intenzione di rimandare la registrazione del nuovo disco e trovare il modo di far ripartire la musica dal vivo, rinunciando al suo cachet standard per rendere possibile la realizzazione di concerti con un numero contingentato di posti a sedere, nel rispetto delle norme, e permettere a tutti i professionisti che ruotano intorno a un concerto di ricominciare a lavorare.

Queste le sue parole:

«Ero un musicista pieno di sogni nel cassetto quando nel 1994 ho conosciuto quel folle visionario di Francesco Barbaro e da allora OTRlive è diventata la mia seconda casa e la mia famiglia.

In quasi 30 anni insieme abbiamo condiviso mille esperienze e idee. Oggi voglio che la sua battaglia per non fermare la musica diventi anche la mia.

Ho deciso di rimandare di un paio di mesi la registrazione del nuovo disco, di rinunciare ai cachet standard dei grandi live per ridare la dignità̀ del lavoro a chi è fermo.

Scendo in palco” per 1000 posti a sedere insieme a coloro che da anni mi accompagnano e senza i quali non esisterebbero i concerti, dai musicisti allo staff che lavora dietro le quinte.

Ripartiamo dopo i minuscoli locali degli inizi, i club, i teatri, l’Arena di Verona, le Terme di Caracalla e i grandi festival, ripartiamo per far sì che questo piccolo spazio diventi una cosa grande per tutti. Non dimentichiamoci di quello che una musica può̀ fare»

Ed è di pochissimi giorni fa l’annuncio di queste tre date, tre concerti da 1000 persone ognuno, in quel luogo meraviglioso che è la Cavea dell’Auditorium Parco della Musica a Roma. Scrive il cantante sui suoi social:

«Non poteva che essere Roma la città dove ricominciare a suonare!

Tre concerti alla Cavea dell’Auditorium Parco della Musica, il 2, il 3 e il 4 luglio. Tre serate che so già saranno speciali, perché finalmente saremo di nuovo insieme»

Come comunicato da OTR, Max

«sarà accompagnato in queste tre serate dalla sua band storica; nessuna formazione ridotta né di musicisti, né di crew tecnica e di produzione, tutti di nuovo sul palco per rilanciare la filiera della musica dal vivo!»

Da quanto dichiarato, la scaletta mescolerà i successi dei primi album ai brani più recenti, e conoscendo Max siamo sicuri che non mancheranno le sorprese e i momenti di straordinaria magia. Saranno sicuramente tre serate molto diverse da ciò che in genere ci si aspetta quando si pensa a un concerto dal vivo, soprattutto uno all’aperto, in uno spazio che sembra fatto apposta per stare insieme, in piedi, vicini e pronti a saltare e ballare, ma la particolare dimensione intima contribuirà sicuramente a creare un’atmosfera unica, speciale, che regalerà a tutti buone vibrazioni.

I biglietti sono già in vendita su Ticketone. Sul sito è presente anche il regolamento dell’Auditorium, così che nessuno arrivi impreparato e sia possibile svolgere in maniera corretta e rapida le procedure di ingresso e far andare lo spettacolo nel migliore dei modi.

Insomma, la musica dal vivo riparte nel migliore dei modi, e sarebbe davvero un peccato non esserci!

Calendario dei concerti

  • 2 luglio: Roma – Cavea dell’Auditorium Parco della Musica
  • 3 luglio: Roma – Cavea dell’Auditorium Parco della Musica
  • 4 luglio: Roma – Cavea dell’Auditorium Parco della Musica

Adriana Serra