Incubisogni la prima fatica dei Panta

Il 19 aprile scorso, per MEI e Goodfellas, ha visto finalmente la luce Incubisogni la prima fatica dei Panta, super band romana capitanata dal bravo e carismatico leader Giulio Pantalei, che fa della capacità di fondere Indie Rock, New Wave e immaginario letterario il proprio personalissimo marchio di fabbrica.

Un gruppo che, nonostante la giovane età (sono in attività dal 2016), porta in realtà già in dote una personalità da veterani frutto dei 200 è più live all’attivo e delle numerose ed importanti collaborazioni in cui spiccano, fra gli altri, i nomi di Carlo Verdone, Giorgio Canali e David Lynch.

Panta
Panta

Anticipato dal video di Così è abbastanza indie? – pezzo più che autorevole poiché denso di riferimenti alt rock in cui bassi potenti, batterie frenetiche e chitarre dal vago sapore USA dimostrano di potersi fondere al meglio riuscendo così a dar vita a qualcosa di unico e speciale – il disco pare svelarci, traccia dopo traccia, le sue rinnovate sonorità frutto di una maturazione musicale e concettuale che, se accostata appunto al sound dei Panta, siamo certi non essere innegabilmente frutto del caso ma, bensì, di una costante ricerca.

Ascoltando infatti, nota dopo nota, le 10 tracce che danno forma e sostanza all’intero album, non possiamo certamente esimerci dal constatare la progressiva evoluzione di Giulio e compagni: con questo lavoro, infatti, i Panta rinnovano, confermandolo, quell’amore innegabile e viscerale per la musica di stampo anglo americano e, imbracciati gli amati strumenti, tentano quindi di immergersi in acque profonde ed inesplorate, col chiaro intento di indagare in chiave decisamente rock, incubi, sogni ma, soprattutto, bisogni.

Un album importante, insomma. Un lavoro registrato e mixato da Valerio Cascone presso il The Lab Studio di Roma e completato quindi a Londra col prezioso supporto di Steve Lyon (Depeche Mode, Paul McCartney e The Cure solo per citarne alcuni) e che conta, inoltre, le importanti presenze di Andrea Ruggiero, Alessandra Perna e Valerio Bulla ad impreziosire, ancora di più, un’opera che conferma a gran voce l’unicità di questa band che, canzone dopo canzone, live dopo live, ha saputo conquistare, con tenacia e determinazione, il proprio personalissimo spazio nell’attuale panorama indipendente italiano.

Panta - Incubisogni
Panta – Incubisogni

Incubisogni – Tracklist:

1. Così è Abbastanza Indie?
2. Amaledirechelami
3. Nella Tua Trama
4. Velluto Blu
5. Roma Dolce Tenebra
6. Lacrime Criminali
7. Luce 3
8. Sotto un Cielo di Ghiaccio
9. Disordine e Danze
10. Prima

Bruno Pecchioli