Slipknot: un concerto in Italia nel 2020, il progetto solista di Corey Tayor e un album nuovo pronto a uscire

Li abbiamo visti in Italia da pochissimo, il 27 giugno scorso al Bologna Sonic Park presso l’Arena parco nord, in ottima, ottima compagnia (tra i tanti, Amon Amarth, Testament, Lacuna Coil e Eluveitie), e proprio in questi giorni hanno conquistato la prima posizione nella classifica inglese degli album con il loro sesto album in studio, We Are Not Your Kind, uscito il 9 agosto e prodotto insieme a Greg Fidelman, ma di stare fermi gli Slipknot non ne vogliono proprio sentir parlare: hanno annunciato infatti in queste ore le date del loro nuovo tour europeo, che farà tappa anche in Italia, l’11 febbraio 2020 al Mediolanum Forum di Milano.

Corey Taylor non ha mai nascosto il suo amore per il pubblico europeo, e ha dichiarato di essere molto felice di poter tornare così presto a suonare in Europa:

«È bello tornare ad esibirci in tour in Europa e in Gran Bretagna. Non importa quante volte siamo venuti, è sempre straordinario e ogni volta non vediamo l’ora! Vogliamo suonare in tutte le città che ci pare! Una cosa è sicura: il pubblico qui è sempre il migliore del mondo!»

Slipknot
Slipknot

Sul palco la band presenterà, oltre ai suoi più grandi successi, i brani del nuovo album We Are Not Your Kind, tra cui Solway Firth, Birth Of The Cruel e il lead single Unsainted. Il tour inizierà il 14 gennaio a Dublino e terminerà il 24 febbraio a Helsinki. Sono previste 28 date esplosive su e giù per il vecchio continente, tra cui quella italiana dell’11 febbraio a Milano.

Ad aprire per gli Slipknot ci saranno i Behemoth, fondamentale band polacca che ha contributo in maniera importante all’affermarsi del metal polacco nel mondo. I Behemoth esordiscono nel 1991 come band black metal, ma col tempo hanno inserito all’interno del proprio peculiare stile musicale notevoli sonorità death metal, fino ad avere uno stile personale ed inconfondibile. Hanno all’attivo 11 album in studio, di cui l’ultimo, I Loved You at Your Darkest, è uscito nel 2018. La band suonerà in apertura degli Slipknot per tutto il loro tour europeo, e questo rende ancora più ghiotta l’opportunità offerta dal concerto di Milano.

I biglietti per la tappa italiana del tour 2020 degli Slipknot saranno disponibili in prevendita da venerdì 30 agosto su TicketOne e TicketMaster e in tutti i punti vendita autorizzati. Gli iscritti al fanclub ufficiale degli Slipknot OutsideTheNine avranno accesso alla pre-sale esclusiva dalle ore 9.00 di martedì 27 agosto. Anche a chi ha pre-ordinato l’album We Are Not Your Kind via Roadrunner Records Webstore è garantita la pre-sale sui biglietti, tramite un codice che permetterà di accedere alle prevendite dalle ore 11.00 di martedì 27 agosto, due ore dopo gli iscritti al fan club. Anche gli iscritti a MyLiveNation, infine, potranno acquistare anticipatamente i biglietti, dalle ore 11.00 di mercoledì 28 agosto.

Di seguito, per chi ama viaggiare, tutte le date del tour europeo degli Slipknot:

  • Jan. 14 – Dublin, Ireland @ 3Arena
  • Jan. 16 – Manchester, U.K. @ Manchester Arena
  • Jan. 17 – Newcastle, U.K. @ Utilita Arena
  • Jan. 18 – Glasgow, U.K. @ SSE Hydro
  • Jan. 20 – Sheffield, U.K. @ Flydsa Arena
  • Jan. 21 – Nottingham, U.K. @ Motorpoint Arena
  • Jan. 22 – Cardiff, U.K. @ Motorpoint Arena
  • Jan. 24 – Birmingham, Arena, U.K.
  • Jan. 25 – London, U.K. @ The O2
  • Jan. 28 – Amsterdam, Netherlands @ Ziggo Dome
  • Jan. 29 – Frankfurt, Germany @ Festhalle
  • Jan. 30 – Paris, France @ AccorHotels Arena
  • Feb. 01 – Luxembourg, Luxembourg @ Rockhal
  • Feb. 02 – Lyon, France @ Halle Tony Garnier
  • Feb. 04 – Budapest, Hungary @ Sportarena
  • Feb. 06 – Lodz, Poland @ Atlas Arena
  • Feb. 08 – Stuttgart, Germany @ Hanns Martin Schleyer Halle
  • Feb. 09 – Munich, Germany @ Olympiahalle
  • Feb. 11 – Milan, Italy @ Mediolanum Forum
  • Feb. 12 – Zurich, Switzerland @ Hallenstadion
  • Feb. 14 – Vienna, Austria @ Stadthalle
  • Feb. 16 – Hamburg, Germany @ Barclaycard Arena
  • Feb. 17 – Berlin, Germany @ Mercedes-Benz Arena
  • Feb. 18 – Dortmund, Germany @ Westfalenhalle
  • Feb. 20 – Copenhagen, Denmark @ Royal Arena
  • Feb. 21 – Stockholm, Sweden @ Ericsson Globe
  • Feb. 22 – Oslo, Norway @ Telenor Arena
  • Feb. 24 – Helsinki, Finland @ Hartwall Arena
Corey Taylor – Slipknot
Corey Taylor – Slipknot

Ma non basta! Corey Taylor frontman della band e degli Stone Sour, ha dato la notizia in esclusiva di un suo futuro progetto solista durante un’apparizione, lo scorso giovedì 22 agosto, su Trunk Nation di SiriusXM. Ha dichiarato che sta mettendo insieme una band e che progetta di far uscire un album solista per il 2021.

Taylor ha spiegato che il suo pubblico gli chiede da tempo di registrare un disco solista. Il cantante, negli gli anni passati, ha già tenuto alcuni tour da solista, tra i quali il più recente è il Corey Taylor & Friends, durante il quale si è divertito a presentare cover di brani enormi di band altrettanto enormi – la setlist, che cambiava a ogni spettacolo, prevedeva, tra i tanti, brani di The Damned, INXS, Mother Love Bone, ZZ Top, The Clash, Black Flag, Black Sabbath, Guns N’ Roses e Van Halen, solo per citarne una parte. Ma l’album solista sarà, nel progetto di Taylor, qualcosa di diverso, di assolutamente inedito e personale:

«In realtà sto pensando seriamente di fare un album solista e una carriera solista. Ovviamente, non succederà subito. E in realtà ti sto dando l’esclusiva, perché non l’ho detto a nessuno che lo avrei fatto. Sinceramente, è qualcosa che non avevo nemmeno preso in considerazione fino a poco fa, fino a che le persone non hanno continuato a insistere chiedendomi quando lo avrei fatto. E più lo chiedevano, più continuavo a pensarci, e più semplicemente mi dicevo “Sai una cosa? Se non lo faccio ora, non lo farò mai più”. Quindi, sì, probabilmente sarà nel 2021.»

Ha poi aggiunto di avere in cantiere la creazione di una nuova band e di averne già parlato con gli altri componenti degli Slipknot e degli Stone Sour:

«In realtà sto mettendo insieme una band. Ho già detto ai ragazzi degli Stone Sour e degli Slipknot che lo sto facendo, per rispetto. E, sì, inizierò a lavorare ad un album solista. Per ora è tutto quello che ti dirò.»

Non è la prima volta che Taylor parla dell’idea di mettersi in proprio. Lo scorso dicembre aveva dichiarato:

«Ho pensato di mettere insieme un quartetto O un quintetto e fare un album jazz registrandolo dal vivo in una stanza. Non venderà nulla. Sarebbe solo per la mia fottuta collezione personale… Perché amo il jazz. Molte persone non si rendono conto che ascolto molto jazz anni ’40 e ’50.»

Chissà se alla fine questo progetto solista prenderà davvero forma, e nel caso, chissà cosa sarà in grado di regalarci Corey Taylor, sicuramente una delle voci metal più importanti degli ultimi 20 anni.

Nel frattempo, Taylor si è detto certo del fatto che il 2019 sia il suo anno fortunato: in effetti, We Are Not Your Kind sta avendo tantissimo successo, e proprio sull’onda del successo gli Slipknot hanno dichiarato che pubblicheranno 11 outtake, registrati nel periodo di All Hope Is Gone (fortunatissimo album della band, il quarto, uscito nel 2008) che diverranno un vero e proprio album.

Si tratta di materiale registrato da Shawn Crahan, Jim Root, Corey Taylor e Sid Wilson durante le session di All Hope Is Gone, canzoni più sperimentali e psichedeliche rispetto al taglio solito della band, ma decisamente affini al mood del nuovo lavoro We Are Not Your Kind. Crahan ha infatti spiegato:

«Abbiamo un album intero di roba scritta mentre realizzavamo All Hope Is Gone. Sono 11 canzoni e le pubblicheremo nel corso del ciclo di vita di questo nostro ultimo disco. E non è questione di far uscire roba per il gusto di farlo. Perché queste canzoni devono uscire al momento giusto: ora, con il nuovo album fuori, la gente potrà capire meglio la sua genesi e il percorso che ci ha portato fin lì.»

Insomma, tantissima carne al fuoco per gli Slipknot, in questo periodo. Restate con noi per scoprire tutte le novità che arriveranno.

Adriana Serra